Futomaki tempura - salmone, tobiko, philadelphia

Nell’immagine Futomaki tempura: futomaki con salmone, tobiko e Philadelphia fritti secondo il tradizionale metodo della tempura e preparati per tutti i Clienti dei ristoranti Haiku di Bologna secondo la tradizionale ricetta giapponese: i futomaki tempura sono serviti su una tavoletta di legno, adornati con zenzero, pasta di rafano e una foglia di prezzemolo frescaDalla lingua giapponese deriva il termine Futomaki, che letteralmente significa ”rotoli larghi”: si tratta semplicemente di una polpetta cilindrica, spessa due o tre centimetri e larga quattro o cinque centimetri, con un’alga nori all'esterno.
La ricetta dei futomaki tempura, una innovativa variante dei futomaki tradizionali, qui proposta da HAIKU JAPANESE & ASIAN RESTAURANT, ristorante giapponese e asian fusion in zona fiera a Bologna, è semplice e poco elaborata, ricchissima di impatto scenografico e colori sul tagliere su cui è presentata: per l’ottima realizzazione di questa specialità giapponese è però necessario che tutti gli ingredienti utilizzati siano freschissimi e genuini.
Il futomaki spesso è costituito da due o tre ripieni, accostati tra loro in modo tale da completarsi a vicenda in un mix eccellente di gusto e colore.

Per la realizzazione dei futomaki tempura gli chef di HAIKU JAPANESE & ASIAN RESTAURANT, ristorante giapponese e asian fusion in zona fiera a Bologna, utilizzano salmone, tobiko (le uova di pesce volante), Philadelphia, un formaggio morbido, cremoso e dolce, farina, un uovo e acqua frizzante.
Inizieremo tagliando in fettine sottilied omogenee il salmone, dopo averlo ben lavato; andremo poi a comporre direttamente il futomaki tempura giapponese, che differisce dai classici futomaki per il tradizionale metodo giapponese della tempura utilizzato per cuocere i futomaki di salmone e tobiko.
Stenderemo una base sottile di riso sulla stuoia apposita, su cui poseremo al centro fettine di salmone, tobiko e Philadelphia, e arrotolando poi il tutto strettamente e fermando con uno stecchino gli involtini così ottenuti.
Infine, con la lama di un coltello bagnato in aceto zuccherato, verrà tagliato il rotolo ottenuto in rotoli larghi di medie dimensioni: i futomaki così ottenuti saranno pronti per essere cotti in tempura.
La tempura  mista giapponese è un piatto tipico della cucina del sol levante che consiste in un fritto in pastella di pesce e verdure (tempura mista) oppure di sole verdure: a differenza delle nostre tradizionali fritture, buonissime ma pesanti, la tempura giapponese è un fritto croccante e leggero.
La particolarità  della tempura mista giapponese, così come proposta dalla tradizione e dagli chef di HAIKU JAPANESE & ASIAN RESTAURANT, ristorante giapponese e asian fusion in zona fiera a Bologna, consiste nel fatto che gli ingredienti utilizzati devono essere necessariamente freddi, come freddo deve essere anche l'olio in cui verranno fritti pesce e verdure:  per la preparazione di un'ottima tempura giapponese è necessario che l'olio mantenga una temperatura piuttosto bassa, solitamente intorno ai 170°. L'olio utilizzato inoltre deve essere di semi anziché d'oliva; arte non facile dedicata esclusivamente ai giapponese e al ristorante HAIKU JAPANESE & ASIAN RESTAURANT: il procedimento della frittura infatti è complicato, poiché, per essere certi che la temperatura dell'olio sia quella giusta,solitamente si immerge una goccia di pastella da frigorifero nell'olio, la quale deve prima scendere sul fondo della friggitrice o della padella per poi risalire immediatamente dopo.
Per la preparazione della pastella sono necessari farina, un uovo ed una tazza di acqua frizzante da frigorifero: in una terrina si unirà l'uovo all'acqua gelata mescolando con cura e aggiungendo poco alla volta la farina setacciata.
Quando gli ingredienti saranno tutti ben miscelati è necessario riporre la pastella in frigo per circa un paio d'ore: come prima accennato, infatti, occorre che la pastella al momento della frittura sia fredda.
Quando anche la pastella sarà sufficientemente fredda, i futomaki di salmone, tobiko e Philadelphia precedentemente ottenuti andranno passati nella farina e successivamente impanati nella pastella: per ottenere un'ottima tempura giapponese, i futomaki tempura dovranno trattenere solo un velo di pastella, per evitare che si appesantiscano troppo.
In una padella o in friggitrice verrà poi scaldato l'olio di semi, avendo cura di mantenerlo circa ad una temperatura di 170°, per evitare di rovinare altrimenti il classico effetto croccante della tempura giapponese. Intingeremo infine i futomaki, friggendoli leggermente fino a veder diventare l’esterno di un color dorato chiaro.
I futomaki tempura giapponesi andranno serviti in tavola immediatamente, caldissimi e croccanti.
Se volete assaporare piatti fantastici della tradizione cinese e giapponese nelle vicinanze di Imola e Bologna, come i futomaki tempura giapponesi e tanti altri piatti, venite a trovarci presso il ristorante giapponese e asian fusion HAIKU JAPANESE & ASIAN RESTAURANT di Via Stalingrado a Bologna.

Haiku - Dove

  • Via Stalingrado,16
    40128 Bologna

 

Haiku - Quando

Ci trovi dal Martedì alla Domenica
dalle 9 del mattino a mezzanotte
Lunedì Chiuso

Haiku - Follow